Dieta Dimagrire

Metabolismo basale e fabbisogno giornaliero di energia

Il metabolismo basale è l’energia che viene utilizzata dal nostro organismo per il mantenimento delle funzioni vitali e del bilancio funzionale a riposo. Comprende l’energia utilizzata da un individuo in condizioni di riposo (stato di neutralità termica), a digiuno ed in condizione di totale rilassamento psico-fisico. Ammonta a circa 60-75% del TDEE.

CARATTERISTICHE FONDAMENTALI DEL METABOLISMO BASALE

– In un individuo sano e sedentario rappresenta il 65-75 % dei dispendio totale di energia.
– E più alto negli uomini che nelle donne.
– Cala con l’età: tra i 60 e i 90 anni cala di circa l’8% per decade.

E’ influenzato anche da:

• innalzamento della temperatura corporea,

• temperatura esterna,

• condizioni ambientali,

• stato nutrizionale e tipo di dieta,

• gravidanza e allattamento, stati di ansietà.

Stimato il metabolismo basale per calcolare il bisogno energetico giornaliero è necessario valutare l’attività svolta nelle 24 ore, che come accennato, considera l’attività lavorativa, quella extra-lavorativa (cura del corpo, modalità per raggiungere il luogo di lavoro, attività domestiche, ecc.) e riposo.

Avremo pertanto che:
Fabbisogno giornaliero di energia = metabolismo basale + metabolismo da attività.
Metabolismo basale = quantità di energia necessaria per il sistema cardiocircolatorio, la respirazione, il tono muscolare, la crescita e la rigenerazione, il metabolismo e la termoregolazione.
Metabolismo da attività = quantità di energia necessaria per le attività fisiche svolte durante il lavoro e il tempo libero. Questo tipo di metabolismo varia da soggetto a soggetto ed è fortemente condizionato dal tipo di attività professionale svolta e dalle abitudini di vita.

Le diverse attività fisiche vengono valutate mediante il valore PAL (Physical Activity Level = livello di attività fisica).
Fabbisogno energetico giornaliero = metabolismo basale × valore PAL medio.

Esempio di calcolo:
– Un’impiegata di 25 anni (metabolismo basale 1420 kcal) svolge la propria attività prevalentemente in posizione seduta (valore PAL: 1,4). Compie tutti i giorni a piedi il tragitto verso il posto di lavoro, che dura 30 minuti (valore PAL: 1,8). Non pratica alcuno sport o altre attività che comportino un dispendio energetico. Sonno (valore PAL: 0,95).
Media dei valori PAL: 1,4 + 1,8 + 0,95 = 5,15 : 3 = valore PAL 1,38
Metabolismo basale: 1420 kcal
Fabbisogno energetico giornaliero = metabolismo basale × valore PAL = 1420 kcal × 1,38 = 1960 kcal/die

Un comune panino al prosciutto può contenere fino a 450 kcal. Se accompagnato da una limonata o da una bevanda a base di siero di latte, il tenore calorico di questo pasto «semplice» sale a 900 kcal! Tale valore equivale praticamente già al 50% del fabbisogno energetico della donna assunta nel nostro esempio!

Metabolismo energetico durante le diete per la riduzione del peso corporeo

Il principio alla base delle diete per la riduzione del peso corporeo è la riduzione dell‘apporto energetico fornito dall‘alimentazione (bilancio energetico negativo).
L‘organismo innanzi tutto attinge dalle proprie riserve per coprire il proprio fabbisogno energetico. Dapprima viene liberata la «riserva di energia» glicogeno immagazzinata nel fegato e nei muscoli.
Dopo al massimo 72 ore il glicogeno si esaurisce e l‘organismo comincia a coprire il proprio fabbisogno energetico attingendo alle riserve di grassi. I trigliceridi presenti nelle cellule adipose vengono scissi in glicerolo e acidi grassi. Con la componente glicerolo l‘organismo produce il glucosio (gluconeogenesi) e con gli acidi grassi i corpi chetonici energetici (chetogenesi).

Rispondi